Settore ambiente - Ecologia - Idrogeno

Nelle scienze ambientali ed economiche la sostenibilità ambientale è la condizione di uno sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri.

La finalità per cui è nato il sistema di pirolisi HYDROGENESYS è la produzione sostenibile di energia elettrica e termica con la trasformazione dei rifiuti a componente organica (chimica del carbonio) senza generare emissioni inquinanti o nocive per l’ambiente; obiettivo del ciclo è il raggiungimento di “zero emissioni” ricavando il massimo dell’energia tecnologicamente possibile da prodotti giunti a fine ciclo vita.

DESCRIZIONE DEL PROCESSO

Il processo di reazione avviene all’interno di un reattore caratterizzato da ambiente “riducente” ovvero in atmosfera priva aria, di cui azoto e ossigeno rappresentano i principali componenti.
L’assenza di questi gas consentirà di evitare l’ossidazione delle molecole e la formazione di catene indesiderate (Nox e similari).

A seconda delle finalità perseguite il vettore energetico (idrogeno) potrà essere impiegato come:

  • combustibile per la produzione in loco di energia elettrica mediante l’impiego di caldaie a vapore abbinate a turbina, turbine a gas, celle a combustibile
  • combustibile per la mobilità sostenibile
  • gas tecnico per processi industriali.

Al fine di garantire l’auto sostenibilità dell’impianto, senza accedere all’utilizzo di fonti energetiche esterne, per qualunque tipologia di impiego, una quota parte dell’Idrogeno prodotto dovrà essere dedicato all’autosostentamento del ciclo e alla produzione di energia elettrica per l’auto consumo.

L’intero ciclo genera, come residuo di produzione, una notevole quantità di energia termica che potrà essere impiegata come vettore energetico in cicli combinati, per il trasferimento di energia per teleriscaldamento, in macchine a condensazione per la generazione di potenza frigorifera, in impianti di dissalazione e depurazione delle acque, ecc.

Il processo è stato ottimizzato per ricavare dalla piroscissione combustibile Idrogeno, scorie inerti vetrificate utilizzabili in ambiente senza cessioni indesiderate, e CO2 utilizzabile dall’industria.

Mantenendo costante il ciclo principale di processo i gas di pirolisi saranno sottoposti a step di trattamento, pulizia e separazione ottimizzati in funzione della loro composizione specifica variabile in funzione del prodotto di input.


Si rimanda all’area dedicata del sito per approfondimenti.